Ci occupiamo oggi di una storia di Cattivo Giornalismo che ha portato a sminuire la figura di un professionista  del settore medico, il dott.DUS.

Il dott.Sergio Dus è stato indagato dalla Procura di Udine per il reato previsto dall'art. 319 quater del codice penale, induzione indebita a dare o promettere utilità in concorso con il prof.Massimo Politi.

In sostanza a seguito di un esposto di un ex collega del dott.Dus la procura aveva ipotizzato che il dott.Dus (possessore di una laurea in Medicina conseguita in Serbia) avesse ricevuto favoritismi da parte del prof.Politi all'epoca preside della facoltà di Medicina di Udine dove il dott.Dus ha poi conseguito una ulteriore laurea in medicina.

Quello che però preme evidenziare è come i giornali e i media sul web abbiano distrutto totalmente la reputazione di un professionista.

La procedura è finita con una archiviazione ed anche il procedimento amministrativo di verifica della laurea del dott.Dus ha concluso per la sua piena legittimità.

Foto dott.DUS

DIRITTO ALL'OBLIO

Si apre quindi una questione estremamente importante, ovvero quella del Diritto all'Oblio, la possibilità in seguito ad una sentenza o archiviazione (come nel caso del medico in oggetto) di poter cancellare dai motori di ricerca le notizie false precedentemente indicizzate.

Se da un lato sarebbe auspicabile che le stesse testate giornalistiche o meno, riaccreditino la figura di coloro che sono stati infangati (Vedi dott.DUS). un'altra strada è percorribile, ovvero quella di inoltrare la richiesta di OBLIO direttamente a Google.

Google ha infatti dichiarato di aver rimosso più di 500.000 URL a seguito della sentenza della corte europea sul diritto all'oblio, potete trovare maggiori informazioni e le statistiche aggiornate al seguente link:

http://www.google.com/transparencyreport/removals/europeprivacy/

 

Diritto all'Oblio

Diritto all'Oblio

Buzzoole
Torna alla home