Questo è un dilemma che si pongono molti studenti, cercherò quindi di fornirvi alcune delucidazioni.

State per concludere il vostro percorso di studi alle superiori, magari avete frequentato un liceo scientifico o un istituto tecnico per ragionieri e pensate che la scelta più giusta sia quella di proseguire con l'università approfondendo l'ambito ECONOMICO.

Ma cosa scegliere tra Ingegneria Gestionale, Economia Aziendale, Economia e Commercio ecc.. ?

La lista è lunga, ma in questo articolo affronterò i dubbi più comuni.

  • La prima Ingegneria Gestionale, appartiene al mondo dell'ingegneria, con MOLTISSIMI esami prettamente ingegneristici (Analisi 1 e 2 , Geometria, Informatica, Chimica, Disegno tecnico, Fisica 1 e 2, ecc..) corredati poi da qualche esame di Economia aziendale, Statistica, Diritto e Marketing.

Alla specialistica le materie Economiche vengono approfondite puntando in base alla specializzazione all'ambito della Logistica e Produzione o a quello Informatico.

Insomma un Ingegnere Gestionale dovrà avere tutte le competenze di base dei suoi colleghi Ingegneri e tutte quelle dei colleghi Economisti; specializzandosi poi nel settore di gestione e produzione e quindi accedendo all'albo per la classe INDUSTRIALE, o a quello informatico accedendo all'albo per la classe INFORMATICA.

  • La seconda scelta Economia Aziendale seppur caratterizzata da qualche esame di matematica per permettere all'economista di non avere problemi con i calcoli, sarà caratterizzata da numerosi esami di stampo economico (macro e micro economia, economia politica, diritto, marketing, statistica ecc...) per dare ai futuri economisti basi solide per operare in modo professionale nell'ambito economico.

La specialistica andrà ad approfondire i temi, includendo esami di management o finanza e molti altri (varia in base all'indirizzo scelto).

Si nota quindi la sostanziale differenza tra le due facoltà, indirizzi di studio che condividono le materie economiche, ma le sviluppano in modo diverso; i primi ad ingegneria indirizzandole verso l'ottimizzazione dell'industria e dei processi , i secondi ad economia indirizzandole verso l'elaborazione di teorie, di analisi sistematiche e della finanza in generale.

Il mercato in continua evoluzione, il mondo in cui viviamo sempre più tecnologico e industrializzato, punta a preferire gli ingegneri gestionali nei ruoli di dirigenza e ad affiancarli da esperti economisti per sopperire alle mancanze di questi; e seppur anche il contrario risulta plausibile, le recenti crisi economiche non hanno fatto altro che incentivare tale trend.

IL CONSIGLIO è di scegliere l'università in base ai vostri interessi e mai per le aspettative di lavoro, impieghereste sotanto più tempo studiando materie che non vi interessano.

Una "bidella" emozionata parla all'università occupata.
Torna alla home